Martedì, 24 Novembre 2020 06:05

Come aggiornare dati CED - SDI: modello 1/B

Scritto da

Il diritto di accesso ai dati inseriti nella Banca Dati Interforze. Mod. 1/B. Aggiornamento dei dati che riguardano i minori.

 

 

chiedi consulenza clicca qui

 

 

 

Che cos’è il diritto di accesso

A chi devi inviare l’istanza

Cosa devi scrivere nell’anagrafica

Cosa devi chiedere

Cosa devi allegare

Come devi concludere l’istanza

Vuoi assistenza per questa pratica?

 

 

 

Che cos’è il diritto di accesso

Il diritto di accesso ai dati inseriti nella banca dati interforze è la facoltà, per chiunque, di richiedere la conferma dell’esistenza di dati personali che lo riguardano e la loro comunicazione in forma intellegibile e, se i dati risultano trattati in violazione di vigenti disposizioni di legge o di regolamento, di chiederne la cancellazione o trasformazione in forma anonima (art. 10, comma 3, legge 121/1981).  

 

Il Centro Elaborazione Dati (CED) è stato istituito con l’articolo 8 della Legge n. 121/81 a fini di coordinamento della raccolta, classificazione, analisi e valutazione delle informazioni in materia di tutela dell’ordine, della sicurezza pubblica e di prevenzione e repressione della criminalità. Fonte Ministero dell’Interno.

 

All’interno del sito istituzionale del Ministero è possibile trovare la modulistica per questo tipo di accesso e aggiornamento dati.

 

In due post precedenti a questo (aggiornare dati ced sdi modello a1 e poi aggiornare dati ced sdi modello 2a)  hai visto come chiedere l’aggiornamento dei dati Ced Sdi con il modello 1/A e 2/A.

 

Qui puoi vedere come compilare la scheda Mod. 1/B, denominata: Richiesta di accesso ai dati conservati negli archivi del Centro Elaborazione Dati del Ministero dell’Interno (legge 01 aprile 1981, n. 121 – art. 10, 3^ comma).

 

 

 

A chi devi inviare l’istanza

Puoi inviare l’istanza a: Direzione Centrale della Polizia Criminale, Ufficio tecnico giuridico e contenzioso, via Torre di Mezzavia n. 9/121, 00173 Roma.

 

 

 

Cosa devi scrivere nell’anagrafica

Nella parte iniziale dell’istanza devi scrivere i tuoi dati personali, cioè nome, cognome, indirizzo di residente, telefono fisso e mobile, in qualità di genitore o tutore del o della minore (e qui, di seguito, scrivi i dati anagrafici del minore) inoltre indicando il provvedimento di tuo interesse e specificando di voler ricevere comunicazione delle determinazioni assunte al tuo domicilio, nel caso in cui questo sia diverso dalla residenza anagrafica.

 

 

 

Cosa devi chiedere

Nella parte centrale dell’istanza devi chiedere l’aggiornamento dei dati che riguardano il minore o la minore, eventualmente esistenti presso il CED e, se i dati risultano trattati in violazione di vigenti disposizioni di legge o di regolamento, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima.

 

 

 

Cosa devi allegare

Devi allegare, a riprova dell’autenticità della richiesta e a tutela della privacy:

 

copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;

 

documento da cui desumere il legittimo esercizio della potestà genitoriale o tutoria;

 

copia non conforme, oppure conforme, della documentazione che giustifica l’aggiornamento; sempre collegata al fatto o al provvedimento che ho indicato nel paragrafo “cosa devi chiedere”.

 

 

 

Come devi concludere l’istanza

Devi concludere l’istanza con la data e la tua firma.

 

 

 

Vuoi assistenza per questa pratica?      chiedi consulenza

Vuoi un preventivo?    clicca qui per consulenza legale online

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 479 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.