Giovedì, 05 Agosto 2021 12:37

Risarcimento danni ai parenti della vittima di incidente stradale

Scritto da

Le regole stabilite dalla Cassazione per chiedere ed avere il risarcimento dei danni morali subiti dai prossimi congiunti di chi è rimasto coinvolto in un incidente stradale grave.

 

 

 

Il risarcimento del danno non patrimoniale può spettare anche ai prossimi congiunti della vittima di lesioni personali invalidanti [1].

 

Pensiamo all’incidente stradale grave, dove un conducente rimane gravemente ferito a seguito dello scontro: ecco, in casi come questo i giudici ammettono che anche i familiari della persona infortunata possano chiedere e ricevere un risarcimento economico.

 

La prova del danno non patrimoniale, cioè la sofferenza che si patisce a causa del sinistro, può essere ricavata anche soltanto dalla gravità delle lesioni.

 

Ovviamente l'esistenza del danno non patrimoniale deve essere allegata nell'eventuale citazione in giudizio e il danno non patrimoniale può essere dimostrato con ricorso alla prova presuntiva.

 

Insomma, ciò che importa secondo la Cassazione è che il familiare di una persona lesa dall'altrui condotta illecita può subire uno stato di sofferenza soggettiva e un mutamento in peggio delle abitudini di vita.

 

Entrambi questi pregiudizi possono e debbono essere risarciti dal responsabile, laddove si parli ovviamente di un danno serio e di gravi lesioni.

 

Non importa che l'invalidità del congiunto infortunato non sia totale, o il fatto che l'assistenza possa essere stata ripartita fra più familiari: questi sono elementi rilevanti al solo fine della quantificazione del danno.

 

 

 

[1] Corte di Cassazione, Sezione 3 Civile, sentenza n. 28220 del 04.11.2019.

 

 

 

Vuoi assistenza legale?

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Letto 180 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590
Altro in questa categoria: « Danno biologico terminale

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.