Mercoledì, 04 Agosto 2021 18:56

Armi, stupefacenti e alcool

Scritto da

I criteri elaborati dai giudici per capire se un solo remoto episodio di uso di sostanze stupefacenti, o alcool, compromette o no la licenza di porto d’armi.

 

 

 

Ultimamente hai presentato un’istanza in Questura per il rilascio della licenza di porto di fucile per uso tiro a volo.

 

L’Ufficio però ti ha fatto problemi, comunicandoti i motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza.

 

In pratica, ha tirato fuori un vecchio episodio che ti riguarda, dove facesti uso di alcool e stupefacenti.

 

Poi, a dire il vero, non lo hai fatto mai più e ti sei comportato sempre bene, molto bene.

 

Comunque, vista la situazione negativa, un po’ amareggiato decidi di portare il rigetto e le tue lamentele davanti il tribunale amministrativo.

 

Metti il fascicolo sul banco dei giudici e qui chiedi, in buona sostanza, se la licenza di porto di fucile per il tiro a volo può essere veramente compromessa dal tuo occasionale utilizzo, nel passato, di stupefacenti.

 

Ebbene, i giudici studiano la questione, vedono le perplessità della Questura e decidono di darti ragione.

 

Loro sono d’accordo con te e dicono, infatti, che un unico remoto, isolato e sfavorevole episodio deve essere valutato con estrema cautela.

 

Se, in linea di massima, quell’episodio può essere considerato un indice di propensione a violare le regole, non è possibile giungere alla stessa conclusione a fronte di episodi isolati caratterizzati da colpa lieve, dalla mancata previsione dell'evento e da un disvalore particolarmente contenuto.

 

In tali casi il giudizio di non affidabilità deve fondarsi necessariamente su altre circostanze che, considerate insieme all'episodio isolato, consentono di effettuare una reale prognosi negativa sulla tua affidabilità.

 

L'Amministrazione, in sostanza, non fa altro che porre a fondamento della valutazione negativa sospetti o indizi negativi che fanno venire meno la fiducia verso di te.

 

Tuttavia, se l'indizio è rappresentato dal fatto che sei stato fermato alla guida della tua autovettura in stato di ebbrezza alcolica, nel ricorso risulterà credibile e fondata la censura di illogicità, poiché si è trattato di un episodio isolato e di scarsa rilevanza, così come quello per gli stupefacenti occasionalmente assunti nel passato.  

 

In conclusione, alla fine del percorso processuale hai la conferma di quello che, insieme al tuo difensore, avevi pensato: la gravità indiziaria di quel tuo vecchio episodio negativo inevitabilmente scolora con il passare del tempo.

 

Ovviamente questo accade in quanto tu non puoi essere rimproverato per aver commesso altre condotte negative.

 

 

   

Vuoi assistenza legale?

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Letto 1062 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.