Martedì, 05 Ottobre 2021 15:12

Armi: decisioni errate del Ministero dell’Interno

Scritto da

Il Tar Lazio spiega perché il Ministero dell’Interno deve usare correttamente la discrezionalità quando decide di revocare licenze o di imporre divieti.

 

 

 

I Giudici amministrativi, in occasione di una recente sentenza [1], hanno spiegato bene che cos’è la violazione, nelle decisioni amministrative, del principio di proporzionalità.

 

Il senso del discorso è che le decisioni del Ministero, ad esempio quando impone un divieto di detenzione armi o revoca una licenza, devono sempre essere equilibrate e non possono eccedere quanto è opportuno.

 

Se eccedono, la decisione è sbagliata e quindi annullabile con ricorso.  

 

Vediamo allora le cose da sapere in questa materia.

 

Il principio di proporzionalità impone all’amministrazione di adottare un provvedimento che non ecceda quanto è opportuno e necessario per conseguire lo scopo prefissato.

 

Nel caso in cui l’azione amministrativa coinvolga interessi diversi, è sempre doveroso un adeguato confronto delle contrapposte esigenze, al fine di trovare la soluzione che comporti il minor sacrificio possibile per la persona interessata.

 

Quindi, ricordiamo bene: ogni decisione deve essere improntata al minor sacrificio possibile e non al massimo sacrificio.

 

In questo senso, il principio di proporzionalità è un elemento chiave della correttezza dell’esercizio del potere discrezionale in relazione all’effettivo bilanciamento degli interessi.

 

La proporzionalità non è un canone rigido ed immodificabile, ma è una regola che implica la flessibilità dell’azione amministrativa e la rispondenza della stessa alla razionalità ed alla legalità.

 

In definitiva, il principio di proporzionalità va collegato al senso di equità e di giustizia, che deve sempre caratterizzare la soluzione del caso concreto, non solo in sede amministrativa, ma anche in sede giurisdizionale.

 

Parallelamente, la ragionevolezza costituisce un criterio al cui interno convergono altri principi generali dell’azione amministrativa:

 

  • imparzialità,
  • uguaglianza,
  • buon andamento.

 

L’amministrazione, in forza di tale principio, deve rispettare una direttiva di razionalità operativa al fine di evitare decisioni arbitrarie od irrazionali.

 

Insomma l’amministrazione, nell’esercizio del proprio potere, non può applicare meccanicamente le norme, ma deve necessariamente eseguirle in coerenza con i parametri della logicità, proporzionalità ed adeguatezza.  

 

In conclusione, quando il Ministero dell’Interno decide e sbaglia nella sua decisione, senza pensarci due volte bisogna chiedere l’annullamento del provvedimento con un ricorso.

 

 

 

[1] Tar Lazio Sezione Prima Ter, sentenza n. 9849 pubblicata in data 20.09.2021.

 

 

 

Chiedi consulenza legale

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Letto 1476 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.