Martedì, 10 Maggio 2022 17:33

Armi e frequentazioni una sola volta per persona

Scritto da

La domanda

Buona sera avv. Ad un mio amico è stato negato il rinnovo per aver frequentato persone controindicate: 1) una persona denunciata per abuso edilizio, successivamente assolto ed è in possesso del pda; 2) un coetaneo con piccoli pregiudizi penali; 3) un ragazzo vicino di casa condannato per omissioni di soccorso in un incidente stradale in cui sono decedute due ragazze. Queste frequentazioni sono state documentate da agenti di polizia, una sola volta per persona, quindi la frequentazione è solo casuale.

 

 

 

La risposta

Prima una risposta generale e poi, subito dopo, una riferita al quesito proposto.

 

In generale possiamo dire che un giudizio di inaffidabilità circa l'uso delle armi può essere anche dato sulla base di ripetute frequentazioni con soggetti pregiudicati.

 

L’importante è che in questi casi si faccia una valutazione complessiva della personalità del soggetto.

 

In sostanza il Ministero dell’Interno deve accertare che le frequentazioni del richiedente con pregiudicati si sono svolte in circostanze di tempo e luogo che denotano non potersi trattare di mero contatto occasionale.

 

Inoltre deve valutare in concreto l'incidenza delle frequentazioni in relazione al giudizio preventivo di abuso delle armi.

 

Detto questo in generale, leggendo il quesito risulta che i tre contatti pregiudizievoli si sono concretizzati una sola volta per persona, quindi in modo del tutto casuale.

 

Pertanto in questa situazione non c’è motivo per ritenere problematici questi contatti: ovviamente l’Autorità potrà svolgere ogni accertamento ritenuto opportuno per arrivare alla conclusione che non ci sono reali motivi ostativi per negare il rinnovo, oppure che si sono ma per altre ragioni.

 

 

Altre informazioni?

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Letto 1164 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.