Mercoledì, 02 Settembre 2020 15:07

Istanza art. 42 bis D. Lgs. 151/01, militari, assegnazione temporanea

Scritto da

La domanda

Salve Avv. Pandolfi, sentendo in giro e pur leggendo varie cose su diversi siti e portali non ho capito quali sono i tempi effettivi per la chiusura della causa davanti il Tar se presento un ricorso per chiedere l’annullamento di un rigetto dell’istanza di assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42 bis D. Lgs. n. 151/01: vorrei sapere entro quanto tempo il Tar emette la sentenza finale dopo aver depositato un ricorso. Tale richiesta è dettata dal fatto che non si reperiscono informazioni precise su questa questione della durata della causa di primo grado. Inoltre qualche spiegazione sui termini processuali. Tanto per rendermi conto ed orientarmi. Grazie.

 

 

 

La risposta

Il tempo per la sentenza finale di primo grado è variabile.

 

Comunque, in generale e in breve diamo qualche indicazione prima sui termini e tempi della causa: il ricorso e gli altri atti processuali soggetti a preventiva notificazione sono depositati nella segreteria del giudice nel termine perentorio di trenta giorni, decorrente dal momento in cui l'ultima notificazione dell'atto stesso si è perfezionata anche per il destinatario.

 

E' fatta salva la facoltà della parte di effettuare il deposito dell'atto, anche se non ancora pervenuto al destinatario, sin dal momento in cui la notificazione del ricorso si perfeziona per il notificante.

 

Poi: nel termine di sessanta giorni dal perfezionamento nei propri confronti della notificazione del ricorso, le parti intimate possono costituirsi, presentare memorie, fare istanze, indicare i mezzi di prova di cui intendono valersi e produrre documenti.

 

Di regola, i termini assegnati dal giudice, salva diversa previsione, sono perentori.

 

Ancora: sulla domanda cautelare il Tar pronuncia nella prima camera di consiglio successiva al ventesimo giorno dal perfezionamento, anche per il destinatario, dell'ultima notificazione e, altresì, al decimo giorno dal deposito del ricorso. Le parti possono depositare memorie e documenti fino a due giorni liberi prima della camera di consiglio.

 

In sede di decisione della domanda cautelare, a patto che siano trascorsi almeno venti giorni dall'ultima notificazione del ricorso, il collegio di magistrati, accertata la completezza del contraddittorio e dell'istruttoria e sentite sul punto le parti costituite, può definire, in camera di consiglio, il giudizio con sentenza in forma semplificata, salvo che una delle parti dichiari che intende proporre motivi aggiunti, ricorso incidentale o regolamento di competenza, ovvero regolamento di giurisdizione.

 

Per tornare alla questione della durata della causa, la prima fase del processo attiene alla domanda cautelare (cosiddetta sospensiva) e questa udienza viene solitamente fissata a breve, diciamo di solito entro massimo un mese dal deposito del ricorso; mentre la seconda attiene al merito della questione, in questo caso il tempo di fissazione dell'udienza pubblica varia tra alcuni mesi e 1 anno, o più. Tuttavia il Tar potrebbe anche accorpare cautelare e merito, chiudendo rapidamente il processo con una sola udienza.

 

 

 

Altre informazioni?

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 294 volte
Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp 
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

Francesco Pandolfi AVVOCATO: Nel 1995 inizia la sua attività di avvocato; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Attualmente si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni. E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili". La sua Missione è "aiutare a risolvere problemi giuridici". Ritiene che il più grande capitale sia la risorsa umana e che il più grande investimento sia la conoscenza. Ha l'opportunità di servire persone in tutta Italia. I tratti caratteristici della sua azione sono: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3286090590

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.