Venerdì, 06 Novembre 2020 06:06

Si può andare a caccia con il nuovo DPCM?

Scritto da
 

 

Le nuove regole dell’ultimo DPCM. Le zone di rischio. Le disposizioni del nuovo DPCM sono efficaci fino al 3 dicembre 2020 e sostituiscono quelle del DPCM del 24 ottobre 2020.

 

 

 

Breve premessa: tutto nasce dalla dichiarazione dell’Organizzazione mondiale della Sanità dell’11.03.2020, con la quale l’epidemia Covid-19 è stata classificata come pandemia, visti i livelli di diffusività e gravità raggiunti globalmente.

 

Lo scopo principale di questi continui provvedimenti nazionali è, in pratica, quello di uniformare i programmi di profilassi elaborati in sede internazionale ed europea.

 

In particolare, l’ultimo DPCM parte dai verbali n. 122 e 123 delle sedute del 31.10.2020 e 03.11.2020 del Comitato tecnico scientifico, organismo preposto a queste specifiche valutazioni e, ovviamente, dalla proposta del Ministro della Salute sentiti tutti gli altri Ministri.

 

Il Ministro della Salute ogni settimana verifica e controlla l’andamento delle misure di controllo e può aggiornare le aree.

 

Il Ministro dell’Interno e, in particolare, il Prefetto, assicura l’esecuzione delle misure previste dal decreto; si avvale delle Forze di Polizia con il possibile concorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato nazionale del lavoro e del Comando Carabinieri nonché, se occorre, delle Forze Armate.

 

 

 

Le aree sono raggruppamenti delle Regioni italiane in base al livello di rischio epidemiologico.

 

Area gialla: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto.

 

Area arancione: Puglia, Sicilia.

 

Area rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta.

 

 

 

Il sito istituzionale del Ministero della Salute ci dice che l’inserimento, o l’uscita, di una Regione all’interno di una delle aree, con la conseguente applicazione delle misure previste per quello specifico livello di rischio, avverrà con Ordinanza del Ministro della Salute, sentiti i presidenti delle Regioni interessate e dipenderà dal coefficiente di rischio raggiunto dalla Regione, certificato dal Report ufficiale dell’Istituto Superiore di Sanità in base a specifici parametri, e dall’andamento della curva epidemica.

 

 

Infografica con sintesi misure per le aree gialla, arancione e rossa

 

 

In tutto il territorio nazionale vige il coprifuoco dalle ore 22,00 alle ore 5,00 (salvi gli spostamenti motivati da ragioni lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute): quindi in orario notturno non ci si può recare nei luoghi di caccia.

 

C’è obbligo di indossare sempre la mascherina e obbligo di mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro; c’è divieto di assembramento.

 

Vediamo ora, di seguito, le domande più frequenti che vengono poste in relazione al titolo del post.

 

 

 

Area Gialla: si può circolare?

Si: si può circolare dalle ore 5,00 alle ore 22,00.

 

Non si può circolare dalle ore 22,00 alle ore 5,00.

 

 

 

Area Gialla: i centri sportivi restano aperti?

 

Si: i centri sportivi restano aperti.

 

 

 

Area Gialla: si può cacciare?

Si: dalle ore 5,00 alle ore 22,00; non si può cacciare dalle ore 22,00 alle ore 5,00.

 

 

 

Area Gialla: ci si può spostare tra comuni e regioni?

Si: ci si può spostare tra comuni e regioni.

 

 

 

Area Gialla: si può attraversare una regione a rischio più elevato?

Si: si può attraversare una regione a rischio più elevato, ma senza fermarsi.

 

 

 

Area Gialla: sono permesse le attività sportive nei campi di tiro all’aperto e nei poligoni?

Si: sono consentite le attività sportive nei campi di tiro all’aperto e nei poligoni.

 

 

 

Area Gialla: è permessa la pesca sportiva o ricreativa?

Si: è consentita la pesca sportiva o ricreativa dalle ore 5,00 alle ore 22,00.

 

 

 

Area Arancione: si può cacciare?

Si: si può cacciare solo all’interno del proprio comune. Eventuali deroghe per cacciare in un altro comune, in base alle autorizzazioni, devono essere verificate con le autorità locali.

 

 

 

Area Arancione: il tiro nei poligoni all’aperto è permesso?

Si: il tiro nei poligoni all’aperto è consentito, all’interno del proprio comune.

 

 

 

Area Arancione: la pesca sportiva è permessa?

Si: la pesca sportiva è consentita, all’interno del proprio comune.

 

 

 

Area Rossa: si può cacciare?

No: l’attività venatoria è vietata, in quanto non rientra tra le attività che consentono gli spostamenti.

 

 

 

Area Rossa: le attività sportive non professionistiche sono permesse?

No: le attività sportive non professionistiche non sono permesse, restano sospese.

 

 

 

Altre informazioni?

Contatta l’Avv. Francesco Pandolfi

3286090590

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 5030 volte Ultima modifica il Venerdì, 06 Novembre 2020 10:45
Francesco Pandolfi e Alessandro Mariani

Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

 

Francesco Pandolfi AVVOCATO

Lo studio Pandolfi Mariani è stato fondato dall’avvocato Francesco Pandolfi.

Egli inizia la sua attività nel 1995; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Si è occupato prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni.

E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili".

La sua Missione era e continua ad essere con lo studio da lui fondato: "aiutare a risolvere problemi giuridici".

Riteneva che il più grande capitale fosse la risorsa umana e che il più grande investimento, la conoscenza. Ha avuto l'opportunità di servire persone in tutta Italia.

I tratti caratteristici della sua azione erano: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

Tutto questo resta, lo studio da lui fondato continua l’attività con gli avvocati e i collaboratori con i quali ha sempre lavorato nel corso degli anni e ai quali ha trasmesso tutte le sue competenze.

 

 

Alessandro Mariani Avvocato

data di nascita: 08/04/1972

 

Principali mansioni e responsabilità: 
Avvocato
Consulenza legale e redazione atti giudiziari per il recupero del credito (Decreto Ingiuntivo e Costituzione nelle opposizioni);
Attività giudiziale e stragiudiziale con apertura di partita iva ed iscrizione alla casa forense;
Iscrizione nell’Albo degli Avvocati stabiliti di Latina dal 26/4/2012.

 

 

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3292767858

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.