Martedì, 27 Febbraio 2024 09:26

Revenge Porn: che cos'è In evidenza

Scritto da
Revenge Porn: che cos'è Andrew Neel from unsplash.com
 

Il fenomeno del revenge porn: analisi e conseguenze

 

 

Il revenge porn rappresenta un reato di notevole gravità, come stabilisce la Legge in vigore dal 9 agosto 2019, che prevede sanzioni che vanno da uno a sei anni di carcere per chi si rende colpevole della diffusione o circolazione di materiale sessualmente esplicito, originariamente destinato alla sfera privata.

 

Ma cosa si intende con il termine "revenge porn"?

In sintesi, è la divulgazione illegale di immagini o video di natura sessuale, come specificato nell'articolo 612 ter del codice penale. Questa disposizione mira a sanzionare chiunque diffonda, senza il consenso delle persone coinvolte, materiale esplicito che era destinato a rimanere confinato nella sfera privata.

 

La norma si articola in modo chiaro: chi, dopo aver realizzato o sottratto tali contenuti, li invia, consegna, cede, pubblica o diffonde senza il consenso delle persone coinvolte, può essere punito con la reclusione da uno a sei anni e con una multa che varia da 5000 a 15.000 euro. La stessa pena si applica a chi, avendo ricevuto o acquisito tali contenuti, li diffonde con lo scopo di arrecare danno alle persone rappresentate.

Va sottolineato che la sanzione può essere aumentata in diversi casi, come quando il reato è commesso da coniuge, anche separato o divorziato, o da chi è o è stato legato da una relazione affettiva alla persona offesa. Inoltre, se il reato viene commesso tramite strumenti informatici o telematici, la pena può essere aumentata. Un incremento della pena è previsto anche se il crimine viene perpetrato ai danni di una persona in condizione di inferiorità fisica o psichica, o di una donna in stato di gravidanza.

 

È importante notare che il revenge porn è perseguibile solo su querela della persona offesa, che deve essere presentata entro sei mesi dall'atto illecito. La remissione della querela può avvenire solo nel corso del procedimento giudiziario. Tuttavia, l'autorità può intervenire d'ufficio in determinati casi, come quando il reato è connesso ad altri delitti che richiedono un intervento giudiziario automatico.

 

Nel passare all'aspetto pratico, è fondamentale comprendere come la Legge si applichi concretamente. La procedibilità può avvenire su querela di parte o d'ufficio, a seconda delle circostanze specifiche. La competenza giurisdizionale rientra nell'ambito del Tribunale, con udienza preliminare. L'eventuale arresto è facoltativo, mentre la custodia cautelare in carcere è possibile. Esistono inoltre altre misure cautelari personali che possono essere adottate a discrezione del giudice. Infine, il termine di prescrizione del reato è compreso tra sei e nove anni, come previsto dal quarto comma della normativa.

 

 

Come chiedere assistenza allo studio legale?

Per avere assistenza legale o chiedere un parere per valutare la presentazione di un ricorso o un’istanza, basta utilizzare il portale MiaConsulenza.it, oppure inviare il quesito utilizzando la mail dello studio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ovviamente è sempre possibile contattare direttamente studio Pandolfi & Mariani all’utenza mobile/fissa: 3286090590 o 0773487345

Letto 422 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Febbraio 2024 18:37
Francesco Pandolfi e Alessandro Mariani

Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

 

Francesco Pandolfi AVVOCATO

Lo studio Pandolfi Mariani è stato fondato dall’avvocato Francesco Pandolfi.

Egli inizia la sua attività nel 1995; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Si è occupato prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni.

E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili".

La sua Missione era e continua ad essere con lo studio da lui fondato: "aiutare a risolvere problemi giuridici".

Riteneva che il più grande capitale fosse la risorsa umana e che il più grande investimento, la conoscenza. Ha avuto l'opportunità di servire persone in tutta Italia.

I tratti caratteristici della sua azione erano: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

Tutto questo resta, lo studio da lui fondato continua l’attività con gli avvocati e i collaboratori con i quali ha sempre lavorato nel corso degli anni e ai quali ha trasmesso tutte le sue competenze.

 

 

Alessandro Mariani Avvocato

data di nascita: 08/04/1972

 

Principali mansioni e responsabilità: 
Avvocato
Consulenza legale e redazione atti giudiziari per il recupero del credito (Decreto Ingiuntivo e Costituzione nelle opposizioni);
Attività giudiziale e stragiudiziale con apertura di partita iva ed iscrizione alla casa forense;
Iscrizione nell’Albo degli Avvocati stabiliti di Latina dal 26/4/2012.

 

 

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3292767858
Altro in questa categoria: « Avvocato: come scegliere quello giusto?

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.