Lunedì, 05 Febbraio 2024 23:52

Armi tiro a volo, incidente, ebbrezza alcolica In evidenza

Scritto da
 

Un singolo episodio, come essere trovati ubriachi alla guida di un motoveicolo, non è considerato sufficiente dal Ministero dell'Interno per bloccare il rinnovo della licenza di polizia, a meno che non ci siano altri problemi. Questo incidente isolato non è abbastanza per valutare la pericolosità della persona, soprattutto se questa ha già la licenza di polizia e chiede il rinnovo.

 

 

 

In pratica, questo singolo evento non influisce sul giudizio generale di affidabilità o idoneità della persona interessata. Se, per qualche motivo, l'Autorità decidesse di considerarlo importante, la persona può presentare un ricorso amministrativo.

Questo approccio è stato confermato dal Consiglio di Stato (Presidente Franco Frattini) con la sentenza n. 7483 del 24.10.2019, pubblicata il 02.11.2019, che ha modificato una decisione precedente del Tar Friuli.

Nel ricorso, la persona interessata ha contestato la revoca della licenza per l'uso di armi da tiro a volo a causa di un elevato tasso alcolemico rilevato dopo un incidente stradale. L'Autorità ha ritenuto che la persona non soddisfacesse più i requisiti richiesti e che non poteva più essere affidabile nell'uso delle armi.

 

 

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso perché l'Amministrazione non ha spiegato in modo sufficiente le ragioni dietro la sua decisione discrezionale. Nonostante l'ubriachezza al volante, che ha portato a un deferimento all'A.G., mancavano altri fattori significativi. Nel 2018, la Commissione Asl aveva confermato che la persona soddisfaceva i requisiti psicofisici per la licenza di porto d'armi per il tiro a volo. Quindi, l'incidente stradale isolato non era sufficiente per giustificare la revoca della licenza.

 

In conclusione, il ricorso è stato giustificato, la decisione originale è stata modificata e la revoca della licenza è stata annullata.

 

 

 

Come chiedere assistenza allo studio legale?

Per avere assistenza legale o chiedere un parere per valutare la presentazione di un ricorso o un’istanza, basta utilizzare il portale MiaConsulenza.it, oppure inviare il quesito utilizzando la mail dello studio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ovviamente è sempre possibile contattare direttamente studio Pandolfi & Mariani all’utenza mobile/fissa: 3286090590 o 0773487345

 

 

Letto 126 volte Ultima modifica il Martedì, 06 Febbraio 2024 12:10
Francesco Pandolfi e Alessandro Mariani

Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

 

Francesco Pandolfi AVVOCATO

Lo studio Pandolfi Mariani è stato fondato dall’avvocato Francesco Pandolfi.

Egli inizia la sua attività nel 1995; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Si è occupato prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni.

E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili".

La sua Missione era e continua ad essere con lo studio da lui fondato: "aiutare a risolvere problemi giuridici".

Riteneva che il più grande capitale fosse la risorsa umana e che il più grande investimento, la conoscenza. Ha avuto l'opportunità di servire persone in tutta Italia.

I tratti caratteristici della sua azione erano: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

Tutto questo resta, lo studio da lui fondato continua l’attività con gli avvocati e i collaboratori con i quali ha sempre lavorato nel corso degli anni e ai quali ha trasmesso tutte le sue competenze.

 

 

Alessandro Mariani Avvocato

data di nascita: 08/04/1972

 

Principali mansioni e responsabilità: 
Avvocato
Consulenza legale e redazione atti giudiziari per il recupero del credito (Decreto Ingiuntivo e Costituzione nelle opposizioni);
Attività giudiziale e stragiudiziale con apertura di partita iva ed iscrizione alla casa forense;
Iscrizione nell’Albo degli Avvocati stabiliti di Latina dal 26/4/2012.

 

 

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3292767858

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.