Domenica, 17 Dicembre 2023 13:19

L'Assegnazione Temporanea e le Sfide Giuridiche In evidenza

Scritto da
 

Analisi della Sentenza 1478/2021 del Consiglio di Stato

 

 

Oggi esamineremo un tema di rilevanza per molti lavoratori: l'assegnazione temporanea, un accordo che regola i trasferimenti temporanei di personale tra sedi lavorative. La sentenza numero 1478 del 2021 del Consiglio di Stato fornisce indicazioni cruciali sulla discrezionalità dell'amministrazione nel concedere o negare tale assegnazione. Analizziamola dettagliatamente.

 

La Natura dell'Assegnazione Temporanea:

L'assegnazione temporanea è un istituto di natura provvisoria che automaticamente cessa al termine del periodo prefissato. Essa non incide in modo permanente sullo stato giuridico del dipendente, il quale temporaneamente abbandona la propria sede di appartenenza.

 

La Funzione dell'Assegnazione Temporanea:

La finalità principale è agevolare la cura dei minori nella fase primordiale della loro crescita, con l'intento di proteggere i valori familiari, conformemente agli articoli 30 e 31 della Costituzione.

 

Esclusioni di Categorie di Dipendenti:

La normativa non prevede esclusioni esplicite tra le categorie di dipendenti delle pubbliche amministrazioni. L'interpretazione conforme ai principi costituzionali estende l'ambito di applicabilità dell'istituto, evitando discriminazioni tra dipendenti pubblici.

 

Il Bilanciamento di Interessi:

L'applicazione della norma richiede una ponderazione tra l'esigenza di garantire i diritti dei dipendenti e il dovere istituzionale dell'amministrazione, quali la difesa della Patria e l'efficienza dell'organizzazione.

 

I Requisiti per l'Assegnazione Provvisoria:

L'art. 42 bis impone due requisiti: la presenza di un posto vacante e disponibile di corrispondente posizione retributiva, e il consenso preventivo delle amministrazioni coinvolte. Il dissenso dell'amministrazione può essere motivato solo in presenza di eccezionali circostanze.

 

 

Casi ed Esigenze Eccezionali:

Illustrando cinque scenari concreti:

  • Una sede caratterizzata da una rilevante e patologica carenza di personale, superiore al 40% della dotazione organica.
  • Una situazione di sottorganico generalizzato nell'ambito territoriale del comando superiore.
  • Una sede che affronta emergenze di tipo terroristico o criminalità organizzata.
  • L'imprescindibilità del dipendente nella sede di appartenenza, dove la sua assenza comporterebbe un pregiudizio significativo.
  • La partecipazione del dipendente a un programma o missione speciale ad alta valenza operativa.

 

Conclusioni:

In conclusione, la sentenza 1478/2021 del Consiglio di Stato conferma la necessità di valutare attentamente le richieste di assegnazione temporanea alla luce delle specifiche esigenze, cercando un equilibrio tra i diritti del dipendente e le necessità dell'amministrazione.

 

Come chiedere assistenza allo studio legale?

Per avere assistenza legale o chiedere un parere per valutare la presentazione di un ricorso o un’istanza, basta utilizzare il portale MiaConsulenza.it, oppure inviare il quesito utilizzando la mail dello studio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ovviamente è sempre possibile contattare direttamente studio Pandolfi & Mariani all’utenza mobile/fissa: 3286090590 o 0773487345

Letto 232 volte Ultima modifica il Mercoledì, 31 Gennaio 2024 09:17
Francesco Pandolfi e Alessandro Mariani

Francesco Pandolfi

 whatsapp  WhatsApp
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

 

Francesco Pandolfi AVVOCATO

Lo studio Pandolfi Mariani è stato fondato dall’avvocato Francesco Pandolfi.

Egli inizia la sua attività nel 1995; il 24.06.2010 acquisisce il patrocinio in Corte di Cassazione e Magistrature Superiori. Si è occupato prevalentemente di diritto amministrativo, diritto militare, diritto delle armi, responsabilità medica, diritto delle assicurazioni.

E' autore di numerose pubblicazioni su importanti quotidiani giuridici on line, tra cui Studio Cataldi e Mia Consulenza; nel 2018 ha pubblicato il libro "Diritto delle armi, 20 sentenze utili".

La sua Missione era e continua ad essere con lo studio da lui fondato: "aiutare a risolvere problemi giuridici".

Riteneva che il più grande capitale fosse la risorsa umana e che il più grande investimento, la conoscenza. Ha avuto l'opportunità di servire persone in tutta Italia.

I tratti caratteristici della sua azione erano: tattica, esperienza, perseveranza. coraggio, orientamento verso l'obiettivo.

Tutto questo resta, lo studio da lui fondato continua l’attività con gli avvocati e i collaboratori con i quali ha sempre lavorato nel corso degli anni e ai quali ha trasmesso tutte le sue competenze.

 

 

Alessandro Mariani Avvocato

data di nascita: 08/04/1972

 

Principali mansioni e responsabilità: 
Avvocato
Consulenza legale e redazione atti giudiziari per il recupero del credito (Decreto Ingiuntivo e Costituzione nelle opposizioni);
Attività giudiziale e stragiudiziale con apertura di partita iva ed iscrizione alla casa forense;
Iscrizione nell’Albo degli Avvocati stabiliti di Latina dal 26/4/2012.

 

 

www.miaconsulenza.it

Informazioni e recapiti

  • Indirizzo
    Via Giacomo Matteotti, 147
  • Città
    Priverno (LT)
  • Provincia
    Latina
  • CAP
    04015
  • Nazione
    Italy
  • Telefono
    +39.0773487345
  • Mobile
    +39.3292767858

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.