Venerdì, 07 Luglio 2017 00:32

False denunce del genitore alienante. Il fenomeno, i rimedi.

Scritto da
False denunce del genitore alienante False denunce del genitore alienante

FALSE DENUNCE DEL GENITORE ALIENANTE

 

 

Il fenomeno

La casistica ci rappresenta il singolare fenomeno in questione: false denunce che portano a serie conseguenze sulla vittima primaria del gioco, il figlio.

Ci sono madri che usano i figli per punire l’ex marito: donne disposte a utilizzare metodi aberranti pur di vendicarsi di un uomo che ha scelto l’abbandono del precedente legame.

Queste donne sono Incuranti del fatto che la loro scelta distruggerà la vita di tutti, soprattutto quella dei ragazzi coinvolti come attori innocenti all’interno, loro malgrado, di un gioco perverso.

Ci sono uomini che vengono denunciati ingiustamente per crimini terribili. Condannati, privati della possibilità di crescere i propri figli, a loro viene spesso negato ogni tipo di contratto.

Una punizione, come accennato sopra, che ha come vittima primaria il figlio.

 

 

I rimedi

E’ molto importante, che magistrati, consulenti e assistenti sociali utilizzino tutti gli strumenti a loro disposizione per verificare la veridicità delle accuse.

Importante è utilizzare nelle indagini peritali gli strumenti scientifici, l’osservazione clinica e i test proiettivi.

Importante è ascoltare i ragazzi, riportandoli alla tranquillità: le loro rivelazioni dovrebbero essere blindate in modo tale che la loro apertura non susciti rabbia o ritorsione da parte del genitore manipolatore.

Essenziale è far capire ai ragazzi che dire la verità non significa non amare i loro genitori, ma la verità va detta poiché le menzogne uccidono lui e il genitore colpito dalle false accuse.

Gli uomini molto spesso vengono accusati di abusi sessuali contro il figlio/a, non di rado in età prescolare, accuse che il più delle volte sono false (come le cronache giudiziarie purtroppo spesso hanno dimostrato).

Questi cosiddetti falsi abusi denunciati in corso di separazione pongono i minori all’interno di un tritacarne di visite, ascolti protetti, racconti in presenza di operatori delle forze dell’ordine, giudici, CTU, assistenti sociali.

Allorquando si verifica l’infondatezza della denuncia il minore ne esce sconvolto, con ripercussioni sulla propria autostima e identità sessuale.

 

 

Cosa fare

Promuovere una sana coscienza in coloro che si separano: i genitori anche se separati o divorziati hanno l’obbligo di tutelare i figli e non metterli in un tritacarne di rancore. 

I figli rappresentano il futuro dell’Umanità, i loro diritti sono protetti da norme di rango comunitario e nazionale, ma la prima protezione di queste giovani vite viene dal nucleo familiare di origine.

 

 

Altre informazioni su questo argomento?

Contatta la Dottoressa Maria Bernabeo: 3345653199

Letto 821 volte Ultima modifica il Domenica, 05 Novembre 2017 19:09
Maria Bernabeo

 whatsapp  WhatsApp
 skype  Skype
linkedin Linkedin
   

 

La Dott. Maria Bernabeo si è laureata in psicologia nel marzo 1979; è abilitata in psicoterapia Junghiana dal marzo 1990.

Dal 1979 al 1987 ha collaborato presso l’istituto Leonarda Vaccari in qualità di volontaria, seguendo bambini con disturbi psicofisici.

Dal 1987 al 1995 ha collaborato con qualifica di frequentatore scientifico presso la VI Clinica Psichiatrica dell’Università di Roma la Sapienza.

Dal 1995 ad oggi esercita presso il proprio studio: terapia individuale, di coppia, familiare, consulente Tecnico di parte presso il tribunale di Roma; inoltre è Mediatore Familiare.

Dal 1998 collabora con varie associazioni di genitori separati; attraverso questa collaborazione ha studiato ed approfondito alcune tematiche del diritto di famiglia: PAS (alienazione genitoriale) false denunce di violenza domestica e di abuso, denunce di stalking, mobbing genitoriale.

Presidente dal 2005 dell’Associazione Help Family, attraverso la quale promuove progetti nella scuola (prevenzione al bullismo, sportelli ascolto, tutela dei rapporti minore–genitore).

Per contattare la Dottoressa Maria Bernabeo: 334 565 3199.

Informazioni e recapiti

  • Nazione
    Italy
  • Mobile
    +39.3345653199

Lascia un commento

Ogni commento verrà pubblicato una volta approvato il contenuto.
Potrebbe quindi trascorrere qualche ora prima di essere visualizzato in questa pagina.